La politica estera dal 1848

5.1 Einleitung Aussenpolitik Bild Oberthema
Fonte: CH-BAR#E2807#1974/12#158*

La storia della politica estera svizzera dal 1848 si è svolta di frequente lontano dalla luce dei riflettori. Ciò vale per l'impegno umanitario e per la collaborazione nelle organizzazioni internazionali in ugual modo che per la tutela degli interessi svizzeri. Le poche eccezioni sono rimaste tuttavia nella memoria collettiva.

Ad esempio, il 20 maggio 2003 la consigliera federale Micheline Calmy-Rey varcò in scarpe da ginnastica rosse con croce svizzera la linea di demarcazione tra la Corea del nord e la Corea del sud. Fu la prima volta che un membro di un governo straniero riuscì a superare il confine del 38° grado di latitudine. In simili momenti, negli scorsi anni la politica estera svizzera ha acquistato concretezza, generando accese discussioni pubbliche.

Con molta maggiore frequenza le attività di politica estera della Svizzera hanno assunto invece toni discreti, svolgendosi lontano dalla visibilità pubblica. Gli esempi che seguono riguardano ambiti centrali della politica estera dello Stato federale svizzero dal 1848, come la tutela degli interessi e la cura delle relazioni della Svizzera con l'estero, il multiforme impegno in campo umanitario e la collaborazione nelle organizzazioni internazionali.

Indice

Ultima modifica 16.10.2015

Inizio pagina

Contatto

Archivio federale svizzero

Archivstrasse 24
3003 Berna

Tel.
+41 58 462 89 89
Fax
+41 58 462 78 23

E-mail

Orari d'apertura sala di lettura

Ma-Gi, 9.00-19.00

Dettagli e giorni di chiusura

Stampare contatto

Mappa

Archivio federale svizzero

Archivstrasse 24
3003 Berna

Mostrare mappa

Stampare contatto

https://www.bar.admin.ch/content/bar/it/home/ricerca/ricerca/temi/die-schweizer-aussenpolitik-seit-1848.html